BRIGHT STAR

Una giornata grigia di inizio autunno, l’estate sembra ormai lontana e scende inevitabilmente quella sottile malinconia che si insinua tra i pensieri. Si potrebbe avere l’impulso di scappare da questa pesantezza dello spirito, di trovarsi qualcosa da fare, occupare in altro modo la mente. Oppure si può andare in fondo a questo sentimento, alimentarlo in un certo senso, perché non tutto quello che non è allegro o leggero è negativo, anzi è lampante come tristezza, malinconia, rabbia o amore disperato abbiano ispirato alcuni dei maggiori artisti di sempre.

Se volete scavare all’interno delle emozioni, dargli uno spessore maggiore, un vocabolario più preciso, guardate, ascoltate e lasciatevi trascinare da Bright Star!locandina

Fulgida Stella era Funny Brawne, l’amata musa di John Keats, celebre poeta romantico. A noi sono giunte, oltre alle sue straordinarie poesie, le lettere appassionate che inviava alla sua amata. Ed è proprio su queste lettere che la regista Jane Campion (vincitrice della Palma d’Oro al Festival di Cannes per Lezioni di Piano) basa il suo ultimo lavoro; un film dolce, romantico come richiede il periodo storico trattato, ma mai scontato o troppo smielato. Funny (Abbie Cornish) e John(Ben Whishaw) trascinano e commuovo, legati da un amore struggente, ostacolato, ma totalizzante, che ispira le più belle parole del poeta e scioglie l’animo razionale dell’amata.

“Vorrei quasi che noi fossimo farfalle e vivessimo appena tre giorni d’estate, tre simili giorni con voi li colmerei di tale delizia che 50 anni comuni non potrebbero mai contenere”. bright_star 3

Nelle orecchie risuonano le parole del poeta e la bellissima colonna sonora, nel cuore rimane il calore del profondo amore e negli occhi riverberano le immagini meravigliose del film. bright-star 2

http://www.youtube.com/watch?v=0e-5Eu5DyM4

http://www.youtube.com/watch?v=yL3bCHLl_18

Annunci